Video interlacciato

Video interlacciato, non interlacciato e a scansione progressiva (PREMIERE)

video-interlacciato

 

Scansione interlacciata di campi video interlacciati e scansione progressiva di un fotogramma video non interlacciato

A. Per il video interlacciato, viene prima tracciato sullo schermo l’intero campo superiore (linee con numeri dispari), dall’alto verso il basso, in un’unica operazione.

B. Successivamente, viene tracciato sullo schermo l’intero campo inferiore (linee con numeri pari), dall’alto verso il basso, in un’unica operazione.

C. Per il video non interlacciato, viene tracciato sullo schermo l’intero fotogramma (tutte le linee in ordine numerico), dall’alto verso il basso, in un’unica operazione. 


L’interlacciamento è una tecnica sviluppata per la trasmissione di segnali televisivi utilizzando una larghezza di banda limitata. In un sistema interlacciato, vengono trasmesse solo metà delle righe orizzontali alla volta per ogni fotogramma video. Tuttavia, a causa della velocità di trasmissione, della postluminescenza degli schermi e di altre persistenze di visione, lo spettatore percepisce tutti i fotogrammi a risoluzione intera. Tutti gli standard della televisione analogica impiegano l’interlacciamento. Gli standard della televisione digitale includono varianti interlacciate e non interlacciate. In genere, i segnali interlacciati sono generati dalla scansione interlacciata, mentre i segnali non interlacciati sono generati dalla scansione progressiva

La priorità dei campi e l’inversione dei campi

I campi di una clip possono diventare invertiti rispetto all’acquisizione originale in uno dei seguenti modi:

  • La scheda di acquisizione video usata per l’acquisizione della ripresa è impostata su una priorità di campi opposta rispetto al dispositivo sorgente.
  • Il software di montaggio o animazione con cui è stato effettuato per ultimo il rendering della clip è impostato su una priorità di campi opposta rispetto al dispositivo sorgente.
  • La clip è impostata per la riproduzione all’indietro. 

Creare clip interlacciate o non interlacciate

Di solito i singoli campi interlacciati non sono visibili. Tuttavia, se riproducete una clip al rallentatore, bloccate un fotogramma o esportate un campo come immagine fissa, è possibile che si possa individuare un singolo campo. Per effettuare queste operazioni è quindi preferibile deinterlacciare l’immagine, ossia sostituire coppie di campi consecutivi interlacciati con singoli fotogrammi non interlacciati. Premiere Pro può generare tali nuovi fotogrammi non interlacciati dai campi di uno o due fotogrammi sorgente.

Un artefatto di interlacciamento indesiderato si verifica qualora non vi sia corrispondenza tra l’ordine dei campi di una clip e quello di una sequenza. L’ordine dei campi specifica se deve essere disegnato prima il campo delle linee dispari (campo superiore) o quello delle linee pari (campo inferiore). Ad esempio, se inserite una clip con ordine dei campi superiore in una sequenza con ordine dei campi inferiore, la riproduzione risulta poco fluida. Per correggere questo problema, potete invertire l’ordine dei campi della clip in modo che corrisponda a quello del progetto. Per invertire l’ordine dei campi, usate l’opzione Inverti priorità campi.

  1. Selezionate una clip in un pannello Timeline o nel pannello Progetto. Scegliete Clip > Opzioni video > Opzioni campo.
  2. Selezionate Inverti priorità campi per cambiare l’ordine di riproduzione dei campi della clip.
  3. Selezionate una delle seguenti opzioni di elaborazione:

Nessuna. Non viene applicata alcuna opzione di elaborazione. Se selezionate questa opzione, Inverti priorità campi non viene disattivata, se inizialmente attivata.

Interlaccia fotogrammi consecutivi. Converte ogni coppia di fotogrammi a scansione progressiva consecutivi nei due campi interlacciati di un singolo fotogramma. La clip viene quindi riprodotta al doppio della frequenza fotogrammi originale. Questa opzione è utile per interlacciare clip create da applicazioni di animazione da cui non è possibile generare fotogrammi interlacciati. Potete ad esempio usarlo per convertire animazioni a scansione progressiva da 60 fps in video interlacciato a 30 fps.

Deinterlaccia sempre. Converte i campi interlacciati in fotogrammi a scansione progressiva non interlacciati. Questa opzione è utile per le clip da riprodurre al rallentatore o per bloccare i fotogrammi. Questa opzione elimina un campo (mantenendo il campo specificato come prioritario per il progetto, nell’impostazione Campi della scheda Generale, nella finestra di dialogo Nuova sequenza). Quindi effettua l’interpolazione delle linee mancanti in base alle linee del campo prioritario.

Nota: in una sequenza in cui è selezionato Nessun campo (scansione progressiva) nel menu Campi, l’opzione Deinterlaccia sempre mantiene il campo superiore. Tuttavia, in questo tipo di sequenza se selezionate anche Inverti priorità campi, l’opzione Deinterlaccia sempre mantiene il campo inferiore.

Elimina sfarfallio. Evita lo sfarfallio di piccoli dettagli orizzontali in un’immagine, sfocando leggermente i due campi. Un oggetto con lo spessore di una singola linea di scansione provoca sfarfallio perché appare in uno solo dei due campi video. Questa opzione sfoca linee consecutive al 50%, ma non interlaccia la clip. È utile nel caso di grafica contenente sottili linee orizzontali.

  1. Fate clic su OK.

Per migliorare l’aspetto del video quando la velocità della clip non è al 100%, attivate la fusione fotogrammi. Scegliete Clip > Opzioni video > Fusione fotogrammi.

Cambiare l’ordine dei campi di una clip

Nel pannello Progetto, potete cambiare l’ordine dei campi di tutte le istanze di una clip in tutte le sequenze di un progetto.

  1. Nel pannello Progetto, fate clic con il pulsante destro del mouse sulla clip per la quale desiderate cambiare l’ordine dei campi.
  2. Selezionate Modifica > Interpreta metraggio.
  3. Scegliete l’opzione Ordine campi desiderata.
  4. Fate clic su OK.